itenfrdees

 

 

Indulgenze per i membri
 
Norme di comportamento
 
Atti dei Romani Pontefici

ATTI DEI ROMANI PONTEFICI

BEATO PIO IX
Giovanni Maria Mastai Ferretti
di Senigallia
16.VI.1846 - 7.II.1878

23 luglio 1847 – lettera apostolica Nulla celebrior
E’ ripristinato, in Gerusalemme, l’esercizio della giurisdizione del Patriarca Latino con obbligo di residenza. Per tradizione torna al Patriarca Latino la prerogativa di creare i cavalieri del Santo Sepolcro.


10 dicembre 1847 – Instructio Sacra Congregazione di Propaganda Fide
Stabilisce la permanenza in vigore delle norme riguardanti i Cavalieri del Santo Sepolcro precedentemente emanate. E’ affidata al Patriarca Latino, in qualità di Rettore e Amministratore, la collazione dell’Ordine. Questi dovrà servirsi di tale potestà unicamente in favore di coloro che si siano distinti per integrità di vita, siano benemeriti della religione e abbiano i requisiti consoni all’ottenimento di tale onore.

24 gennaio 1868 – lettera apostolica Cum multa sapienter
E’ riformato l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro attraverso l’istituzione di tre distinti gradi cavallereschi (Prima Classe – o di Gran Croce; Seconda Classe – Commendatori; Terza Classe – Cavalieri).

 


 

LEONE XIII
Vincenzo Gioacchino Pecci
di Carpineto Romano
20.II.1878 - 20.VII.1903
 

 

3 agosto 1888 – breve Venerabilis Frater


E’ esteso il conferimento delle insegne dell’Ordine alle donne ed è stabilita la foggia delle insegne per le tre classi femminili.
Tale atto è formale autorizzazione pontificia a quanto già avveniva da tempo per iniziativa del Patriarca Valerga e con l’assenso verbale di Papa Pio IX.

 


 

SAN PIO X
Giuseppe Melchiorre Sarto
di Riese
4.VIII.1903 - 20.VIII.1914
 

 

3 maggio 1907 – lettera apostolica Quam multa
L’Ordine è riformato, l’insegna è arricchita dal trofeo militare – a ricordo del carattere già militare dell’Ordine – e il Gran Magistero è riservato alla persona del Romano Pontefice (introduzione della collazione diretta). Il privilegio di creare cavalieri rimane in capo al Patriarca Latino.

1907 - Instructio Segreteria di Stato (a completamento del breve Quam multa)
Sono precisate le caratteristiche delle insegne ed è introdotto il grado di Commendatore con placca.

 


 

PIO XI
Achille Ratti
di Desio
6.II.1922 - 10.II.1939

6 gennaio 1928 – lettera apostolica Decessores Nostri
L’Opera per la Preservazione della Fede in Palestina – fondata dal Patriarca Barlassina nel 1920 con l’approvazione di Benedetto XV e affidata ai cavalieri dell'Ordine – è unita all’Ordine Equestre del Santo Sepolcro.
E’ abolita la riserva del Gran Magistero alla persona del Romano Pontefice e l’Ordine – dichiarato sotto la benigna protezione della Sede Apostolica – torna a dipendere dal Patriarca Latino di Gerusalemme, Rettore e Amministratore perpetuo dello stesso.

5 agosto 1931 – decretum – Sacra Congregazione del Cerimoniale – Super controversia inter Ordines Melitensem et Sancti Sepulchri
Sono abrogati tutti i documenti pontifici dati in favore dell’Ordine precedenti a Pio IX; alla denominazione dell’Ordine è aggiunta l’attribuzione “di Gerusalemme” ed è introdotto il visum della Cancelleria dei Brevi (oggi della Segreteria di Stato) sul diploma di nomina.

2 marzo 1932
Il Sommo Pontefice approva il nuovo Statuto dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

19 marzo 1932 – decreto della Sacra Congregazione del Cerimoniale
Entra in vigore il nuovo Statuto. Sono abrogati tutti gli altri precedenti Statuti e Regolamenti.

 


 

PIO XII
Eugenio Pacelli
di Roma
2.III.1939 - 9.X.1958

16 luglio 1940
Il Cardinale Nicola Canali è nominato Patrono dell’Ordine.

15 agosto 1945 – motu proprio Cum Ordo
E’ assegnata all’Ordine la sede di Sant’Onofrio al Gianicolo in Roma, con l’annesso monastero.

24 agosto 1945 – decreto Sacra Congregazione dei Riti
Sono approvate le norme d’investitura dei Cavalieri e delle Dame dell’Ordine.

14 settembre 1949 – lettera apostolica Quam Romani Pontifices
E’ conferita all’Ordine la personalità giuridica, è approvato il nuovo Statuto ed è affidato il Gran Magistero a un Cardinale di Santa Romana Chiesa (il 21 novembre 1949 è nominato il Cardinale Nicola Canali). E’ abolita l’Opera per la Preservazione della Fede in Palestina.

 


 

SAN GIOVANNI XXIII
Angelo Giuseppe Roncalli
di Sotto il Monte
28.X.1958 - 3.VI.1963

8 dicembre 1962 – lettera apostolica Religiosissimo a monumento victoriae
E’ approvato il nuovo statuto dell’Ordine (già redatto dal Cardinale Gran Maestro Eugéne Tisserant e approvato dalla S. Congregazione dei Riti il 25 luglio 1962), è ribadita la personalità giuridica dell’Ordine e, all’interno di questo, è costituito il Gran Magistero per il governo dell’Ordine.

 

 

_____________________________________________

 

SAN GIOVANNI PAOLO II

Karol Jozef Wòjtyla

di Cracovia

18.V.1920 - 2.IV.2005

1 febbraio 1996 - Rescritto di Sua Santità

L'Ordine diviene una istituzione di diritto canonico con personalità giuridica vaticana con sede nello stato della Città del Vaticano presso il palazzo della Rovere in via della Conciliazione a Roma

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.